Buonanotte Colpoditacco!

Venerdì, nei commenti del mio post nato dalla collaborazione con Nyno, Colpoditacco mi ha aperto il suo cuore, come mai prima d’ora, confessandomi che purtroppo da bambina mai nessuno le raccontò la fiaba di “Biancatette e i sette nani orgasmoli”. Ho trovato la cosa molto triste. La immaginavo sola, nel suo lettino, prima di addormentarsi, senza il conforto di questa dolce storia. So che forse ora è troppo tardi, che i traumi di questa mancanza avranno oramai profondamente scavato nella sua anima, forse contribuendo a farla diventare rossonera, ma non di meno mi sento di colmare io, almeno in parte, questo suo vuoto.

Quindi… dedicata a Colpoditacco.

A mille ce n’è nel mio cuore di fiabe da narrar.
Venite con me nel mio mondo fatato per sognar…
Non serve l’ombrello, il cappottino rosso o la cartella bella per venir con me…
basta un po’ di fantasia (e di bontà).

C’era una volta una Regina cattiva, ossessionata dalla sua bellezza, tanto da aver speso quasi tutto il suo denaro in creme di bellezza miracolose di Vanna Marchi. Quando il buon Re esaminò l’estratto conto della moglie fu colto da infarto e morì.

Tra le tante cose acquistate in svariate televendite, vi era anche uno specchio magico a cui la regina teneva tantissimo. Ogni sera la regina si rivolgeva allo specchio e gli domandava:

“Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”

“Sei tu mia regina!”, rispondeva lo specchio.

La regina aveva tra i suoi tanti servitori, ovviamente, anche un chirurgo estetico. Costui aveva una figlia, molto bella, ma completamente piatta di nome Biancatette.

“Perché padre mi avete chiamata così se poi sono così piatta? Tutti mi prendono in giro.” si lamentava spesso la ragazza con il padre.

Ma un bel giorno il padre le disse:

“Oggi compi 16 anni, tuo padre vuole farti un bel regalo. Domani mattina passa in studio che papà ti vuole regalare un paio di tette nuove.”

Dal giorno seguente Biancatette poté sfoggiare una meravigliosa quinta di seno e nessuno la prese più in giro.

Tutto ora sembrava andare bene per lei, ma la sera, alla domanda della Regina, lo specchio rispose:

“E’ Biancatette la più bella del reame, con le sue tettone nuove!”

Questo fece infuriare la Regina, che ordinò al cacciatore di portare Biancatette nel bosco e di ucciderla.

Biancatette, che aveva intuito qualcosa, disse al cacciatore:

“Invece di uccidermi, non ti andrebbe di provare a fare un giro con queste mie tettone nuove, che nessuno ha ancora potuto toccare?”

Come finì potete facilmente immaginarlo, con il cacciatore che tornò soddisfatto a casa e Biancatette salva che vagava sola per la foresta.

Arrivata a una radura notò una casetta. Bussò alla porticina e dal suo interno uscirono sette piccoli nani. Cortesissimi si inchinarono e si presentarono:

“Siamo Toccalo, Leccalo, Tastalo, Ficcalo, Succhialo, Titillalo e Gommolo, i sette nani orgasmoli. Puoi stare da noi e vedrai che ti divertirai parecchio!”

“Grazie, siete tanto buoni, ma siete troppo piccoli per farmi divertire!”

“Forse non sai che noi nani quello che non abbiamo in altezza, abbiamo in lunghezza, dolce Dama”

E Biancatette venne (o restò?) a “lungo” con i nani e si divertì parecchio.

Tutto filava liscio fin quando la Regina chiese nuovamente allo specchio chi fosse la più bella del regno e lo specchio le rispose:

“E’ sempre Biancatette, mia Signora, che ora si diverte tanto con i sette nani!”

La Regina andò su tutte le furie e, travestita da Informatrice del Farmaco, andò alla casa dei nani quando Biancatette era sola.

“Ciao dolce Signorina, sono venuta a portarti la felicità”, disse.

“Ma veramente i nani mi rendono felicissima tutte le sere”, rispose Biancatette.

“Ma può essere ancora meglio! Prendi questa pastiglia e questa sera Gommolo si trasformerà e tu potrai chiamarlo Durolo”.

Accecata dalla propria lussuria, Biancatette prese immediatamente la pastiglia, e cadde stecchita al suolo.

I nani, al loro ritorno, vedendo il corpo che pareva senza vita, furono colti da disperazione.

Fortunatamente passava di la (ma tu guarda la combinazione delle fiabe a volte) un famoso Cavaliere, di nome Rocco Siffredi, che da anni oramai aveva smesso con i tornei per dedicarsi all’uso di ben altra lancia.

Quando vide Biancatette addormentata, fissandola dritta nei capezzoli, se ne innamorò e la baciò.

Questo spezzò l’incantesimo e Biancatette scappò con Rocco e i suoi sette fedeli amici.

Solo più tardi si seppe che tutti diventarono ricchi girando un film intitolato “Biancaneve sotto i nani” che narrava la loro storia.

Finisce così, questa favola breve se ne va,
il disco fa click e vedrete tra un po’ si fermerà!
Ma aspettate e un’altra ne avrete…
‘C’era una volta…’ il cantastorie dirà
e un’altra favola comincerà

Buonanotte Colpoditacco.

Annunci

85 thoughts on “Buonanotte Colpoditacco!

      1. “Ma la cosa più cattiva è stata quando ho fatto una poltiglia che sembrava vero vomito. La sera sono andato al cinema e ho nascosto la poltiglia nella giacca, sono salito in galleria e poi… poi… ho cominciato a fare dei versi cosi: bwaa… bwaaa… bwaaaarg. E ho versato quella roba sul pubblico che stava di sotto. Allora è successo un vero finimondo, tutti hanno cominciato a vomitare e si vomitavano addosso l’uno con l’altro. Non mi sono sentito mai tanto cattivo in tutta la vita.”
        Santo Chunck dei Goonies proteggi sempre tutti i nerd del mondo, amen!

        Liked by 1 persona

  1. Comunque visto che sei stato gentile con me, ti volevo fare un regalo. Tu sono pochi mesi che frequenti tutti noi blogger, per questo non conosci la bellissima iniziativa che la scorsa estate ha fatto impazzire il mondo e cioè: il calendario degli gnocchi e le belle del blog. ecco i link https://colpoditacco.me/2015/09/24/gnocchi-del-giovedi-nostrani-il-calendario/
    https://colpoditacco.me/2016/01/07/le-belle-dei-blog-nel-calendario-priorelli-2016/
    Così, oltre a dare un aspetto a chi ti segue vedi queste opere. Se hai tempo dovresti leggere le uscite settimanali dei post dedicati a ogni protagonista… tutto è partito da lui https://colpoditacco.me/2015/06/25/gnocchi-del-giovedi-cotti-al-sole-e-nostrani/

    buona lettura e buon divertimento… 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...