Le formiche

 Per Mela e per la sua curiosità.

Stavo cercando di convincere Mela a lanciarsi nel magico mondo del disegno. Ovviamente non lo facevo per gentilezza, ma per cercare di irretire qualcun altro in questa passione che da un po’ occupa tutti i miei rari momenti liberi e che mi frega le poche ore di sonno che ancora potrei avere.

La donzella, non accettando i miei consigli, cercava di nascondersi dietro un dito, dicendo che io disegnavo già da ragazzino ricordandosi del mio paperino incazzoso.

In realtà gli unici veri disegni che ricordi, a parte schizzi preadolescenziali che non meritano menzione, sono proprio tutta una serie di paperini e le formiche dal pisellone.

Visto che queste ultime hanno acceso la curiosità di Mela ve ne racconterò la genesi.
Al tempo, non so se solo nella mia classe o dappertutto, scoppiò la mania delle formiche  di Fabio Vettori, che i più attenti di voi ricorderanno (ammesso che abbiate l’età per poterlo fare).

E così, in special modo tra le fanciulle, fu tutto un fiorire di magliette, diari, quaderni e portapenne con le dannate formiche. In particolar modo la fanciulla più carina della classe, tal Giorgia, era una vera appassionata.

Per cercare di far colpo sulla suadente biondina, non potendo contare su auto, motocicli o un fisico scultoreo, iniziai a lasciare sul suo banco disegnini ispirati proprio alle sue adorate formiche, ovviamente reintepretandole a mio modo. I bigliettini erano all’inizio rigorosamente anonimi, perché la curiosità sa essere davvero carogna ed è un arma che va sfruttata.

Fatto sta che dopo due mesi di formiche e di corteggiamento serrato la fanciulla capitolò e tra noi nacque una meravigliosa storia d’amore della durata, se non ricordo male, di 4 o 5 giorni. ma tant’è!

Da allora non disegnai più formiche e tornai al tema paperini.

Per soddisfare la curiosità di Mela ho provato a ridisegnarle, scavando nei ricordi di 35 anni fa. Non so se fossero proprio così, ma io almeno così le ricordo. La cosa strana è che ricordo più le formiche che il volto di Giorgia.

Annunci

47 thoughts on “Le formiche

  1. Le Giorgie vanno, le formiche restano.
    Bell’articolo: i piú attenti di noi tra quelli che sono piú attenti, quindi non quelli che sono meno attenti anche tra i piú attenti di noi, ci possono vedere interessanti richiami, ovviamente.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...