Non lo ero – Gola di velluto #9

437f24f12f8e9e1cfc55ddbcb21df335

Un blogger, che preferisce rimanere anonimo, mi ha inviato questa sua storia / fantasia.


Non ero ubriaco.

No, affatto.

Qualche bicchiere di vino, sì. Poco da mangiare, sì. Ma non lo ero. Nemmeno un po’. Un mese appena, di conoscenza. Colleghi di lavoro, in qualche modo, non direttamente ma insomma, si può dire colleghi.

Poi, una sera a vedere una partita a casa sua. Finita male, peraltro, per noi. Sul divano, in una calda serata. Un vino, sì. Fresco, buono, andava giù. E poi? Poi non so, poi ci vediamo qualche foto? Va bene, con il portatile sulle gambe, foto di vacanze, per farmi capire com’è bello quel posto di mare, foto di amici, di amiche. Poi foto di un’amica, sua. La sua amica, la sua compagna. Si incazzerebbe se sapesse che me le fai vedere? Forse sì, forse no. Io comunque non glielo dico. Che ne pensi? Che ne penso? È bellissima. Continua. Ti piace? Sì. Vuoi un altro bicchiere? Sì. E poi, altre foto. Sue. Al mare. Chi le ha fatte queste? Lei, ci piace fotografarci. Ti dà fastidio se vado avanti a mostrartele? No, affatto. Non so se a lei darebbe fastidio. Allora facciamo che non ti faccio più vedere lei. Va bene. Va bene. Non farmi vedere lei. Cosa mi fai vedere? Mi fa vedere lui. Di schiena allo specchio. Nudo. Le spalle. Nude. Il petto, nudo. Che dici? Che devo dire, niente, guardo. Ma non aggiungo che mi piace guardare, che mi piace, sì. Non sono ubriaco. Per niente. Sono solo eccitato. Nudo, di fronte. Sorridente, con il cazzo di fuori. Non duro. No. Nudo. Se ti dà fastidio non vado avanti, dice. Vai avanti, non mi dà fastidio.

Continuo a guardare. Continuo a eccitarmi a guardare quelle foto. Un uomo nudo, un uomo che mi mostra le sue foto. Un’erezione. Silenzio. Silenzio. Complimenti. Grazie, ti piacciono? Sì, devo proprio dirti che mi piacciono. Ti piace guardami nudo? Questa è una domanda sconveniente lo sai? Certo che lo so, ma penso che ti piaccia, perché altrimenti avresti avuto una reazione diversa. Infatti è vero. Non sono ubriaco, sono solo eccitato. Mi eccita il fatto che sposti il pc, che lo posi sul tavolino accanto al divano. Mi eccita il fatto che si tolga la maglietta davanti a me, improvvisamente, che mi faccia guardare il petto privo di peli. E poi, poi mi eccita il fatto di avere il cazzo duro. In quella situazione. Di avere voglia di guardare il resto. Di guardare quando toglie i pantaloni, sorridendo, per nulla a disagio. Forse la mia espressione potrebbe esserlo. Ma non è così. No. È voglia. Decisamente, lo è. Lo capisco ancor di più quando leva gli slip. Quando mi fa vedere il cazzo. In erezione. Duro. Lo capisco, sì. Siediti accanto a me. E tu? Vuoi rimanere vestito? No. Non voglio, voglio sedermi nudo accanto a te. Voglio provare com’è spogliarsi, sotto il suo sguardo. Come uno spogliarello. Maglietta, pantaloni, mutande. Un complimento. Un grazie. Un vieni qui.

Provo. Provo perché voglio. Voglio perché sono eccitato. Molto. Mano sulla gamba. Lentamente, però. Non è mai capitato. L’ho immaginato, sì, diverse volte e l’ho anche desiderato. Ma mai, mai era capitato. La sensazione di sentire quel cazzo nella mia mano. Travolgente. Come fosse il mio, muovo come se lo facessi a me stesso. Il segreto forse è lì. Sento la sua salire dalla mia gamba, sento il mio cazzo toccato, sfiorato, preso. Muove, muovo. Meraviglioso, sì. Due cazzi in due mani. Stesso ritmo, stessi movimenti, stessa voglia. Stupore, eccitazione, trasgressione, segreto. Desidero. Di provare. Di mettersi in ginocchio, di fare come se fossi lei. Di mettere le mani su quelle ginocchia, senza dire una parola, perché non ne avrei. Solo con la voglia di sentirlo in bocca. Lecco, prima. Per abituarmi, forse, per non essere sfrontato, forse, per dirmi che sto solo provando, forse. Ma non serve. Non serve a fermare la voglia di prenderlo tra le labbra. Di infilarlo in bocca. Di sentire il gemito di piacere, di provare quel sapore acre. Quella sensazione di riempimento. Provare la sensazione di essere la fonte di quel piacere. Una mano in testa, sì. Adesso voglio anche che la tieni lì. Voglio anche che ti piaccia, che godi, di come muovo le labbra, di come uso la lingua. Di come te lo succhio fino in fondo. Ora godo, mi fai godere, mi fai venire così. Se godi vuol dire che ti piace, se ti piace mi eccita. Se mi eccita farlo vuol dire che ti devo mettere una mano sotto il cazzo, sotto. Vuol dire che con le dita devo arrivare al tuo culo. Perché lo so. Lo so che questo ti farà godere. So che mi soffocherà, che non riuscirò a rimanerci. So che godrai nella mia bocca. Sì, sì. Sì. Caldo. Forte, intenso. Duro. Tanto. Godi, vieni. Sperma. Gola. Vieni. Non tengo tutto, non ingoio tutto. No, non è facile, è strano. Godi. Godo.

Incredibile. Che meraviglia. Solo questo dice, quando torno seduto accanto a lui, quando vedo il suo cazzo che lentamente perde durezza. Quando la sua mano torna su di me. Quando prende il mio cazzo, quando mi chiede cosa voglio. Quando non serve altro, serve solo che continui a muoverla così. Serve solo che mi guardi lì, dove la tua mano si muove. Serve solo che guardi come mi fai godere. Così. Sì.


Se volete mandarmi la vostra storia o la vostra fantasia vi ricordo che potete farlo scrivendomi una mail a alidivellutoblu@yahoo.it o, in modo assolutamente anonimo, tramite questo form.

Annunci

80 thoughts on “Non lo ero – Gola di velluto #9

      1. Si bravo continua così…per quanto riguarda l’omosessualità…io non ho nessun problema…quindi fai pure…anzi mi piace…perchè il rapporto tra lo stesso sesso è diverso (più piccante)…rispetto al rapporto etero…quindi che ben vengano altri racconti così! 🙂 funziona funziona! ❤

        Liked by 1 persona

  1. veramente veramente bello! mi è piaciuto molto…
    sensuale ed eccitante…
    capisco l’anonimato, anche se mi spiace un po perchè mi sarebbe piaciuto andare a leggere il suo blog, vista la bravura…
    eh ma la foto l’hai scelta tu? che due gnocchi hai scovato oh!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...