Prospettive 5 di 5

img_2559

Ma allora davvero dobbiamo cercare la giusta prospettiva?
Anche quando i rapporti si fanno tesi, quando si stenta a riconoscersi e a ritrovarsi?

Mi sono chiesto come farlo molte volte, ancora mi capita di farlo.

Ma forse alla fine l’unica soluzione è girare intorno e vedere tutto dall’altra parte.

Non è sempre facile, ma da questa angolazione tutto diventa diverso e a volte più chiaro.

Come disegnare tutto dalla prospettiva opposta.

Prospettive 1 di 5
Prospettive 2 di 5
Prospettive 3 di 5
Prospettive 4 di 5

Prospettive 4 di 5

img_2630

Oggi un’amica mi ha detto: “Pianificare è diventata la parola del secolo”.

Pianifichiamo le attività, il lavoro, gli impegni, la vita.

So che per alcuni è una necessità, un modo di trovare la sicurezza nelle proprie azioni.
Pianificheremo anche cosa fare nel caso salti la nostra pianificazione?

Siamo sicuri di voler prevedere davvero tutto?

La prospettiva giusta sarà davvero questa?

L’inaspettato, anche quando ci ferisce, non sarà quello che ci rende davvero vivi?

Prospettive 1 di 5
Prospettive 2 di 5
Prospettive 3 di 5

Prospettive 3 di 5

img_2719

Ci sono cose che vorremmo non cambiassero mai.

Ci sono cose che ci paiono immutate fin che non ci accorgiamo che abbiamo solo smesso di guardarle dalla giusta prospettiva per vedere e capire quanto stessero cambiando.

Ci sono cambiamenti a cui decidiamo di adattarci e ci sono cambiamenti che a volte non accettiamo.

A volte siamo solo noi a cambiare.

Ci sono cose che indipendentemente da come sono cambiate e dalla prospettiva da cui le guardiamo restano sempre bellissime.

Prospettive 1 di 5
Prospettive 2 di 5

L’uomo con la pistola


Studio di uomo con pistola.

Mi sto divertendo un sacco a sperimentare con l’uso della prospettiva, anche particolarmente spinta (non spinta come potreste pensare voi, ma è anche vero che sul mio blog la parola spinta ha sempre avuto una valenza univoca), tipica dei fumetti.

Inutile dire che sto diventando matto!